Sciopero commercialisti dal 26 febbraio al 6 marzo 2017: il Garante da l’ok

La proclamazione dello sciopero è stata giudicata “legittima” dalla commissione di Garanzia dell’attuazione della legge sullo sciopero nei servizi pubblici essenziali, che ha esaminato la richiesta dei sindacati dei professionisti (Adc, Aidc, Anc, Andoc, Unagraco, Ungdcec e Unico), dando così l’assenso alla “prima astensione nazionale della categoria”.

In particolare, le Associazioni nazionali dei commercialisti, ADC – AIDC – ANC – ANDOC – UNAGRACO – UNGDCEC – UNICO, firmatarie del codice di autoregolamentazione delle astensioni collettive dalle attività dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 185 dell’11agosto 2014, hanno proclamato l’astensione collettiva della categoria. A renderlo noto sono stati i rappresentanti delle associazioni dei professionisti (Adc, Aidc, Anc, Andoc, Unagraco, Ungdcec, Unico) con comunicato stampa del 12 gennaio 2017.

L’astensione, già anticipata nel corso della manifestazione del 14/12/2016, riguarderà le seguenti attività:

  1. Invio telematico delle dichiarazioni annuali IVA relative all’anno 2016;
  2. Rappresentanza in seno alle Commissioni tributarie.

L’astensione avrà decorrenza dalle ore 24:00 del giorno 26.02.2017 e terminerà alle ore 24:00 del giorno 06.03.2017.
Durante il periodo di astensione saranno comunque garantite le prestazioni indispensabili di cui all’art. 5 del codice di autoregolamentazione vigente.

Fonte: Fisco e Tasse

Tags: , ,

Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Copyright © 2008-2020 Studio Spidalieri Termoli - All Rights Reserved