Invio spese sanitarie per 730 precompilato:arriva la proroga al 9 febbraio

Con un Comunicato stampa di ieri l’Agenzia delle Entrate annuncia che per la dichiarazione precompilata,  anche quest’anno è possibile inviare i dati sanitari fino al 9 febbraio.

Un sospiro di sollievo per i tanti obbligati che in questi giorni stanno affannosamente cercando di adempiere l’obbligo che li ha colti impreparati.

Questanno infatti oltre a medici, strutture accreditate con il SSN e farmacie sono obbligati alla trasmissione delle spese tutte le strutture  autorizzate  e  non  accreditate,  gli  psicologi, gli  infermieri,  le  ostetriche,  le parafarmacie, i tecnici di radiologia medica e gli ottici, i veterinari.

In attesa che la proroga venga formalizzata il Comunicato Stampa conferma che il calendario per l’invio del 730 non subirà modifiche.

Nove giorni in piu’ quindi per questo adempimento che darà una boccata d’aria agli interessati per poi cedere il testimone (in questa folle corsa!)  agli amministratori di condomini e operatori delle spese funebri che dovranno adempiere analogo obbligo entro il mese di febbraio.

L’estensione del termine, dal 31 gennaio al 9 febbraio, va incontro alle esigenze rappresentate dalle categorie tenute all’invio dei dati per il primo anno e all’esigenza di fornire ai contribuenti un 730 precompilato con un maggior  numero  di  spese  mediche.  La  proroga  del termine  si  intende  riferita  alla trasmissione  di  tutte  le  spese  sanitarie  sostenute  nel  2016,  da  parte  di  tutti  i  soggetti tenuti  a  questo  obbligo.  La  proroga  riguarda  ovviamente  anche  i  veterinari,  che  da quest’anno sono tenuti all’invio al Sistema Tessera Sanitaria dei dati relativi alle spese veterinarie.

In allegato il testo del Comunicato Stampa.
Allegati:

Tags: , ,

Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Copyright © 2008-2020 Studio Spidalieri Termoli - All Rights Reserved