Redditi d’affitto 2006 al setaccio.

Al Centro operativo di Pescara il compito di eseguire gli accertamenti parziali centralizzati per tutta l’Italia
Redditi di locazione 2006 sotto la lente del Fisco. Protagonista della nuova campagna di controlli il Centro operativo di Pescara che, con la collaborazione della sua struttura delocalizzata di Reggio Calabria, effettua i controlli incrociati tra redditi dichiarati e dati indicati nei contratti d’affitto registrati.
Un’attività i cui frutti sono visibili fin d’ora. Oggi, infatti, sono partite le prime notifiche degli avvisi di accertamento parziale. I destinatari sono i proprietari di immobili in affitto per i quali il sistema automatizzato ha messo in evidenza un’incongruità rispetto ai redditi dichiarati per il 2006. Per offrire una sponda ai contribuenti, in questa occasione l’Agenzia delle Entrate ha creato un servizio di assistenza telefonica dedicata, che risponde al numero 848.448.833.

In pista il check up per gli affitti 2006
Gli atti d’accertamento parziale automatizzati, previsti dall’articolo 41-bis del Dpr 600 del 1973, derivano dal controllo incrociato tra dati contenuti nei contratti di locazione registrati e quelli esposti nella dichiarazione dei redditi dai proprietari di immobili. Quando il sistema rileva delle incongruità, ecco che scatta la notifica al contribuente.

Da Pescara a Reggio Calabria, la nuova geografia dei controlli
Il provvedimento del direttore dell’Agenzia delle Entrate del 28 gennaio scorso ha attribuito al Centro operativo di Pescara, che risponde alla Direzione centrale Accertamento, il compito, tra le altre cose, di eseguire gli accertamenti parziali “centralizzati”. Questa attività di controllo si focalizza, in particolare, su tutto l’iter degli atti di accertamento parziale, dalla redazione dell’atto fino all’iscrizione a ruolo delle somme dovute. In questo campo, una mano al Centro operativo di Pescara arriva dalla sua struttura delocalizzata, che si trova a Reggio Calabria.
La competenza si estende a tutto il territorio nazionale, a eccezione delle posizioni che possono essere accertate dalla Direzione provinciale di Bolzano, che emette atti bilingui.
 
Filo diretto con l’Agenzia
In un’ottica di dialogo e collaborazione con i contribuenti, l’Agenzia ha anche istituito un numero verde ad hoc – 848.448.833 – grazie al quale i contribuenti possono entrare direttamente in contatto con i funzionari del Centro operativo per avere assistenza e informazioni e inviare eventuale documentazione via fax o e-mail.
Fonte : IlFiscoOggi

Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Copyright © 2008-2020 Studio Spidalieri Termoli - All Rights Reserved