730 precompilato

You are currently browsing articles tagged 730 precompilato.

Nella dichiarazione dei redditi 2017, le spese relative alle patologie che danno diritto all’esenzione dalla partecipazione alla spesa sanitaria pubblica possono essere portate in detrazione anche se sono state sostenute per conto di propri familiari non a carico, affetti dalle citate patologie.

La detrazione, in questo caso, è ammessa solamente per la parte di spese che non ha trovato capienza nell’IRPEF dovuta dal familiare affetto dalla patologia e nel limite massimo di euro 6.197,48 annui. Se il familiare affetto dalla patologia ha presentato o è tenuto a presentare una propria dichiarazione dei redditi, l’ammontare delle spese che non ha trovato capienza nell’imposta deve essere desunto nelle annotazioni del Mod. 730-3 o nel quadro RN del Modello REDDITI di quest’ultimo. (continua… »)

Tags: , ,

Le attività sportive praticate dai ragazzi possono essere detratte nella dichiarazione dei redditi 2017, riferita all’anno di imposta 2016.

In particolare la detrazione riguarda le spese sostenute per

  • i ragazzi di età compresa tra 5 e 18 anni (anche se compiuti nel corso del 2016 la detrazione spetta per l’intero anno d’imposta)
  • l’iscrizione annuale e l’abbonamento ad associazioni sportive, palestre, piscine ed altre strutture e impianti sportivi destinati alla pratica sportiva dilettantistica.
  • (continua… »)

Tags: , ,

Dal 18 aprile 2017 il contribuente e i soggetti delegati potranno visualizzare la dichiarazione dei redditi e l’elenco delle informazioni disponibili, ma il 730 precompilato potrà essere modificato e inviato a partire dal 2 maggio e fino al 24 luglio. A partire da quest’anno, inoltre, l’Agenzia consente di presentare la dichiarazione tramite l’applicazione anche a coloro per i quali non è disponibile una vera dichiarazione precompilata (come l’erede che deve presentare la dichiarazione per conto della persona deceduta). Con un comunicato stampa di ieri, 4 aprile 2017 sono stati pubblicati alcuni chiarimenti sulla precompilata. (continua… »)

Tags: , ,

Le attività sportive praticate dai ragazzi possono essere detratte nella dichiarazione dei redditi 2017, riferita all’anno di imposta 2016.

In particolare la detrazione riguarda le spese sostenute per

  • i ragazzi di età compresa tra 5 e 18 anni (anche se compiuti nel corso del 2016 la detrazione spetta per l’intero anno d’imposta)
  • l’iscrizione annuale e l’abbonamento ad associazioni sportive, palestre, piscine ed altre strutture e impianti sportivi destinati alla pratica sportiva dilettantistica.
  • (continua… »)

Tags: , ,

Fino al 20 marzo 2017 i contribuenti che nel 2016 hanno sostenuto spese per sistemi di videosorveglianza digitale, sistemi di allarme e di vigilanza potranno inviare le domande di accesso al credito d’imposta. In particolare, sul sito dell’Agenzia delle Entrate, è disponibile “Comunicazione VDS”, l’applicazione informatica per la compilazione e trasmissione dell’istanza di attribuzione del credito d’imposta relativo alle spese sostenute nel 2016, riguardanti l’installazione di sistemi di videosorveglianza digitali o di allarme oltre che per contratti stipulati con istituti di vigilanza. (continua… »)

Tags: , ,

Entro giovedì 9 marzo 2017 è ancora possibile opporsi all’utilizzo delle spese sanitarie sostenute nel 2016 ai fini della predisposizione della dichiarazione accedendo al sito del Sistema tessera sanitaria e selezionando le singole voci per le quali si vuole manifestare il proprio diniego all’invio delle informazioni all’amministrazione. (continua… »)

Tags: , ,

Alle giovani coppie, anche conviventi di fatto da almeno 3 anni, in cui uno dei due componenti non ha più di 35 anni e che nel 2015 o nel 2016 hanno acquistato un immobile da adibire a propria abitazione principale, è riconosciuta la detrazione del 50% delle spese sostenute, entro il limite di 16.000 euro, per l’acquisto di mobili nuovi destinati all’arredo dell’abitazione principale.

(continua… »)

Tags: , ,

Con un comunicato stampa, Confedilizia ha chiesto l’annullamento della comunicazione posta a carico degli amministratori di condominio in quanto “da giorni sta ricevendo allarmate segnalazioni al riguardo da parte sia di amministratori di condominio sia di singoli condòmini”

In particolare, con due Provvedimenti l’Agenzia delle Entrate ha previsto l’obbligo di comunicare entro il 28 febbraio 2017 i dati relativi alle spese sostenute nel 2016 per interventi di ristrutturazione e di risparmio energetico effettuati sulle parti comuni di edifici residenziali. Di seguito il comunicato stampa di edilizia: (continua… »)

Tags: , ,

I provvedimenti con le istruzioni per l’invio dei dati che saranno presenti nelle dichiarazioni precompilate 730/2017 e RedditiPF 2017 sono stati pubblicati dal direttore dell’Agenzia delle Entrate il 27/01/2017. In particolare, i sette documenti di prassi riguardano l’invio delle spese sostenute dai contribuenti nel corso del 2016 per:

  • contratti e premi assicurativi,
  • interessi passivi per contratti di mutuo,
  • spese universitarie,
  • (continua… »)

Tags: , ,

Il Garante della Privacy ha dato il consenso all’inserimento delle spese sanitarie relative all’anno 2016 anche per le dichiarazioni precompilate 2017.

In particolare oltre alle spese mediche già presenti lo scorso da quest’anno sono state inserite 8 nuove categorie:

• Ottici
• Veterinari
• Psicologi
• Cliniche private
• Parafarmacie
• Infermieri (continua… »)

Tags: , ,

Caf e i professionisti che prestano assistenza fiscale e appongono il visto di conformità rispondono anche di eventuali incongruenze emerse dai controlli automatizzati e formali, tranne nel caso in cui le violazioni non siano attribuibili a comportamenti dolosi o gravemente colposi dei contribuenti stessi (ad esempio, produzione di documenti contraffatti per fruire di vantaggi fiscali). (continua… »)

Tags: , ,

Se nel 730 precompilato c’è un dato inesatto, il contribuente deve correggerlo. «In caso contrario, la dichiarazione può essere considerata infedele», ha precisato su Twitter l’Agenzia delle Entrate, dialogando con i contribuenti. Insomma, se sbaglia il Fisco le conseguenze dell’errore rischiano di cadere sui cittadini. Non basta. Come riportava ieri «Italia Oggi», il 730 on line non mette la parola fine all’uso dei documenti di carta. Certo, con il modello precompilato scontrini e ricevute non vanno allegati alla dichiarazione dei redditi; però «vanno conservati per futuri controlli», precisa sempre l’Agenzia delle Entrate via Twitter. Non tutte le risposte ai contribuenti, peraltro, sono soddisfacenti. (continua… »)

Tags: , , , ,

« Articoli meno recenti


Copyright © 2008-2017 Studio Spidalieri Termoli - All Rights Reserved