Studi di settore modello 2008: le novità

La pubblicazione delle bozze dei modelli relativi ai nuovi studi di settore 2008 è attesa per i prossimi giorni.
Nel quadro F del modello studi di settore per il 2007 è stata introdotta una nuova sezione di "Ulteriori elementi", che riguarda l’eventuale presenza di soci amministratori nelle società soggette agli studi.
In particolare, viene richiesto il numero dei soci aventi la qualifica di amministratori, con la distinzione in base alla tipologia di rapporto con cui sono legati alla società (collaborazione coordinata e continuativa, lavoro dipendente o altro rapporto), nonché l’indicazione della percentuale di lavoro prestato e delle corrispondenti spese per i compensi corrisposti per lo svolgimento delle funzioni inerenti la qualifica di amministratore. 
Tra le altre novità del quadro F, si segnalano:
il ragguaglio ad anno del valore dei beni strumentali. Nei nuovi modelli, i beni strumentali mobili da indicare ai fini degli studi di settore (sia per i redditi d’impresa che di lavoro autonomo) devono essere considerati non più per l’intero valore in base alla presenza o meno dei beni stessi alla data di chiusura del periodo d’imposta, bensì in proporzione del numero dei giorni di possesso rispetto all’anno. In caso di attività per un periodo diverso da 12 mesi (ad esempio, a causa di cessazione e inizio dell’attività entro 6 mesi, mera prosecuzione dell’attività o di periodo d’imposta diverso da 12 mesi), il valore dei beni strumentali deve determinarsi calcolando il prodotto tra il valore del bene e il rapporto tra i giorni di possesso dello stesso e i giorni di esercizio dell’attività. 

Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>


Copyright © 2008-2017 Studio Spidalieri Termoli - All Rights Reserved