Per i modelli identificativi Iva debutta la versione in inglese

Disponibili sul sito dell’Agenzia insieme alle istruzioni, vanno ad arricchire la modulistica in lingua
Sul sito dell’Agenzia debutta la versione inglese dei modelli AA5/6 e ANR/3 e delle relative istruzioni.

Il primo deve essere utilizzato dai soggetti diversi dalle persone fisiche non obbligati alla dichiarazione di inizio attività (ad esempio, enti e associazioni che non esercitano un’attività rilevante ai fini Iva), per richiedere l’attribuzione del numero di codice fiscale e per comunicare l’avvenuta estinzione, fusione, concentrazione e trasformazione e estinzione.

Il modello ANR/3 deve essere invece utilizzato per l’identificazione diretta da parte dei soggetti non residenti, che esercitano attività di impresa, arte o professione in altro Stato della Comunità europea o in un Paese terzo con il quale esistono strumenti di reciproca assistenza in materia di imposizione indiretta, e che hanno intenzione di effettuare nel nostro Paese operazioni rilevanti ai fini Iva, assolvendo gli obblighi ed esercitando i diritti direttamente.
Il modello deve essere utilizzato anche per comunicare le eventuali variazioni di dati o la cessazione dell’attività.

Fonte : IlFiscoOggi

Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Copyright © 2008-2018 Studio Spidalieri Termoli - All Rights Reserved