Operazione cinque per mille 2010, traguardo in vista a fine giugno

Pochi giorni ancora per spedire la dichiarazione sostitutiva per non perdere il diritto al beneficio
Cinque per mille 2010: ultima chiamata al 30 giugno. Gli enti del volontariato e le associazioni sportive dilettantistiche, iscritti negli elenchi pubblicati lo scorso 25 maggio sul sito delle Entrate, hanno tempo fino a mercoledì prossimo per inviare la dichiarazione sostitutiva che attesta la persistenza dei requisiti necessari alla fruizione del beneficio.

 
È lo step finale, indispensabile per regolarizzare l’intera operazione.
 
Sono chiamati a effettuare l’adempimento i rappresentanti legali degli enti del volontariato e delle associazioni sportive dilettantistiche.
I primi devono inviare la dichiarazione sostitutiva alla direzione regionale delle Entrate dove si trova la sede legale dell’ente, mediante raccomandata con ricevuta di ritorno, utilizzando l’apposito modello, scaricabile dal sito dell’Agenzia delle Entrate. La dichiarazione deve essere accompagnata da una copia del documento di riconoscimento di colui che la sottoscrive.  
Stesso procedimento per i rappresentanti legali delle associazioni sportive dilettantistiche. Unica differenza la destinazione: in questo caso la spedizione della raccomandata va indirizzata all’ufficio del Coni, nel cui ambito territoriale si trova la sede legale delle organizzazioni interessate.
 
La scadenza del 30 giugno finisce anche nell’agenda delle fondazioni esordienti, le nuove ammesse al 5 per mille per gli anni 2007 e 2008, grazie alla legge 73/2010 di conversione del decreto incentivi, che ha spalancato le porte al beneficio a nuovi destinatari.
In particolare, per l’esercizio finanziario 2007 possono accedere le fondazioni riconosciute che operano nei settori individuati dall’articolo 10 del Dlgs 460/1997, tra cui l’assistenza sociale e socio-sanitaria, l’istruzione e la formazione, lo sport dilettantistico, la promozione della cultura e dell’arte. Per il 2008, invece, l’estensione si applica alle fondazioni attive negli stessi settori, che operano senza fini di lucro e in via esclusiva o prevalente.
 
Nello specifico, le new entry tenute a spedire la dichiarazione sostitutiva sono unicamente quelle che non avevano provveduto a presentarla secondo i termini e che avevano inviato  tempestivamente soltanto le domande di iscrizione telematica per gli anni 2007 e 2008.
Anche per loro, la via da seguire è la raccomandata con ricevuta di ritorno corredata dal documento di riconoscimento del legale rappresentante dell’ente che firma la dichiarazione e indirizzata alla direzione regionale delle Entrate, nel cui ambito territoriale si trova la propria sede legale.
Fonte : IlFiscoOggi

Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Copyright © 2008-2018 Studio Spidalieri Termoli - All Rights Reserved