Modello F23, arrivano tre nuovi codici per l’energia e il gas

Le sanzioni irrogate dall’Autorità per l’energia elettrica e il gas potranno essere pagate attraverso il modello F23, utilizzando i codici istituiti dall’Agenzia con la risoluzione n. 58/E dell’11 marzo. Sono tre, in quanto riguardano non soltanto le sanzioni, ma anche gli eventuali interessi e maggiorazioni.

 
Si tratta di:

 – 787T, per le sanzioni amministrative
 – 788T, per gli interessi di mora
 – 789T, per la maggiorazione del 10 per cento.

 
Gli importi versati, per legge, vanno a costituire un fondo destinato a sostenere progetti in favore dei cittadini consumatori di energia elettrica e gas.
Per questo motivo, nel bilancio dello Stato, è stato istituito un capitolo ad hoc che “custodisce” tali somme.
Mediante i nuovi codici tributo, i pagamenti confluiranno direttamente nel fondo.
 

Tornando alle questioni pratiche, nel momento in cui si predispone l’F23, nello spazio “codice ufficio o ente” (campo 6) va indicato il codice dell’Autorità per l’energia elettrica e il gas “QAE” e in “estremi dell’atto o del documento” (campo 10) vanno riportate le informazioni relative all’atto con il quale è richiesto il pagamento. I neonati codici andranno a posizionarsi nel campo 11.

Fonte: www.nuovofiscooggi.it

 

Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Copyright © 2008-2018 Studio Spidalieri Termoli - All Rights Reserved