Modello 730 per le dichiarazioni 2009, in Rete l’ultima puntata

Il 730/2009 ai nastri di partenza. Con l’approvazione definitiva della dichiarazione semplificata, prendono il via anche le nuove agevolazioni per gli abbonamenti ai mezzi pubblici e la formazione dei docenti. I 13 milioni di contribuenti generalmente interessati dalla compilazione del modello 730 potranno, inoltre, avvantaggiarsi dell’innalzamento sino a 4mila euro della quota di interessi passivi pagati sui mutui. Continua, con riferimento alle spese sostenute nel 2008, anche il bonus del 55% sui lavori che comportano un risparmio energetico. In questo caso è ammessa la possibilità di spalmare lo sconto fiscale fino a dieci anni (contro i tre precedenti), avvantaggiando così i soggetti a basso reddito con una scarsa capienza di Irpef sulla quale operare la detrazione. Infine, viene prorogata l’agevolazione fiscale del 20% sui costi di sostituzione di elettrodomestici con quelli di classe energetica innovativa.
A parte ciò, la maggiore novità della dichiarazione di dipendenti e pensionati è sicuramente rappresentata dalla possibilità, concessa ai lavoratori a tempo indeterminato del settore privato, di ottenere dal datore di lavoro una tassazione sostitutiva del 10%. L’agevolazione in parola vale entro i limiti di 3mila euro, con riferimento al periodo compreso tra il 1° luglio e il 31 dicembre 2008, ma solo relativamente a compensi per prestazioni di lavoro straordinario o supplementare ovvero per incrementi di produttività.

Agevolazioni per i docenti
Due sono le agevolazioni fiscali che interessano i docenti. Entrambe vanno inserite nel rigo E19 con la specificazione del codice “32”, sia che si tratti di spese per l’acquisto di Pc che per la formazione. In particolare, sono detraibili le spese, fino a un importo massimo delle stesse di 1.000 euro, per l’acquisto di un solo personal computer nuovo di fabbrica da parte dei docenti delle scuole pubbliche di ogni ordine e grado (anche non di ruolo con incarico annuale), nonché dal personale docente presso le università statali. Per fruire della detrazione il contribuente deve acquisire e conservare la fattura o ricevuta fiscale dalla quale risultino i propri dati identificativi, compreso il codice fiscale e la tipologia dell’acquisto.
Allo stesso modo hanno uno sconto fiscale le spese, nel limite massimo di 500 euro, sostenute dai docenti delle scuole di ogni ordine e grado, anche non di ruolo con incarico annuale, per l’autoaggiornamento e per la formazione.

Abbonamenti ai mezzi pubblici
Nel rigo E19, con il codice “33”, vanno inserite le spese sostenute per l’acquisto degli abbonamenti ai servizi di trasporto pubblico locale, regionale e interregionale resi da enti pubblici ovvero da soggetti privati autorizzati al servizio pubblico.
La detrazione spetta su un importo massimo di 250 euro e, entro tale limite, può essere fruita anche se tali spese sono state sostenute per i familiari fiscalmente a carico. Il risparmio massimo ottenibile è quindi pari a 47,50 euro anche se cumulativamente riferito alle spese sostenute dal dichiarante per il proprio abbonamento e per quello dei familiari a carico.
Le spese da considerare sono quelle sostenute nel 2008, anche se si riferiscono ad abbonamenti che scadono nel 2009. Per “abbonamento” si intende il titolo di trasporto che consente di poter effettuare un numero illimitato di viaggi, per più giorni, su un determinato percorso o sull’intera rete, in un periodo di tempo specificato. Non possono, quindi, beneficiare dell’agevolazione i titoli di viaggio che abbiano una durata oraria. Per fruire della detrazione è necessario acquisire e conservare il biglietto di trasporto da esibire in caso di richiesta da parte dell’agenzia delle Entrate.

Sergio Mazzei – Nuovo Fisco Oggi

Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>


Copyright © 2008-2017 Studio Spidalieri Termoli - All Rights Reserved