Iva 2009 a tutto software: in rete compilazione e controllo modelli

Pronti il software per compilare la dichiarazione Iva 2009 da presentare in via autonoma e le relative procedure di controllo, compresa quella riguardante il modello Iva 74-bis. Dopo l’approvazione dei modelli e delle relative istruzioni, avvenuta con provvedimento direttoriale del 15 gennaio scorso, sono da oggi disponibili, sul sito internet dell’agenzia delle Entrate, i programmi per compilare e controllare le dichiarazioni riguardanti l’imposta sul valore aggiunto per l’anno 2008.

I software di controllo delle dichiarazioni Iva, che gli utenti possono scaricare gratuitamente e installare sul proprio pc, permettono di riscontrare eventuali anomalie tra i dati contenuti nella dichiarazione (e nei relativi allegati) e le indicazioni fornite dalle specifiche tecniche e dalla circolare dei controlli. Alcuni errori, infatti, possono impedire la trasmissione telematica della dichiarazione.

On line anche la procedura di controllo per il modello Iva 74-bis che va presentato dai curatori fallimentari o i commissari liquidatori per le operazioni effettuate nella frazione d’anno antecedente la dichiarazione di fallimento o di liquidazione coatta amministrativa.
Ecco il percorso da seguire, dall’home page del sito, per il download dei programmi: “Strumenti / Software / Procedure di controllo / Modelli di dichiarazione 2009″.

Il software Iva 2009, invece, consente la compilazione telematica del modello relativo all’anno d’imposta 2008 da presentare in via autonoma, ed è disponibile, sul sito web, alla sezione: “Strumenti / Software / Dichiarazioni / IVA 2009″.

Si ricorda che la presentazione del modello Iva 2009 in forma non unificata riguarda:
le società di capitali e gli enti Ires con periodo d’imposta non coincidente con l’anno solare nonché i soggetti, diversi dalle persone fisiche, con periodo d’imposta chiuso prima del 31 dicembre 2008
le società controllanti e controllate, che partecipano alla liquidazione dell’Iva di gruppo
i soggetti risultanti da operazioni straordinarie o altre trasformazioni sostanziali soggettive tenuti a comprendere nella propria dichiarazione il modulo relativo alle operazioni dei soggetti fusi, incorporati, trasformati, ecc., se questi ultimi hanno partecipato durante l’anno alla procedura della liquidazione dell’Iva di gruppo
i curatori fallimentari e i commissari liquidatori, per le dichiarazioni presentate per conto dei soggetti falliti o sottoposti a procedura di liquidazione coatta amministrativa, per ogni periodo d’imposta fino alla chiusura delle procedure concorsuali
i soggetti non residenti che si avvalgono di un rappresentante fiscale
i soggetti non residenti identificati direttamente ai sensi dell’articolo 35-ter del Dpr 633/1972
particolari soggetti, come i venditori “porta a porta”, se non tenuti a presentare la dichiarazione unificata, in quanto titolari di redditi per i quali non sussiste l’obbligo di presentazione della dichiarazione dei redditi
i soggetti risultanti da operazioni straordinarie o da altre trasformazioni sostanziali soggettive, avvenute tra il 1

Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>


Copyright © 2008-2017 Studio Spidalieri Termoli - All Rights Reserved