Interessi di mora giù di un punto per le cartelle pagate in ritardo

Dal prossimo primo ottobre, il tasso annuo passa al 5,7567%. A fissarlo un provvedimento del direttore
Dal prossimo 1° ottobre, gli interessi – su base annua – dovuti per il pagamento ritardato delle somme iscritte a ruolo passeranno dal 6,8358% al 5,7567%.

La nuova misura, fissata con il provvedimento del direttore dell’Agenzia delle Entrate del 7 settembre 2010, fa seguito alla flessione dei tassi bancari attivi registrata nell’anno 2009. Tassi bancari attivi che rappresentano normativamente (articolo 30 del Dpr 602/1973) il punto di riferimento per la determinazione degli interessi di mora dovuti dal contribuente che fa trascorrere “inutilmente” i 60 giorni previsti, dalla sua notifica, per il pagamento della cartella. In questo caso, si ricorda, gli interessi di mora sono calcolati a partire dalla data di notifica della cartella fino a quella di pagamento.

Fonte : IlFiscoOggi

Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Copyright © 2008-2018 Studio Spidalieri Termoli - All Rights Reserved