Inizia la stagione dei modelli.

Disponibili sul sito delle Entrate le versioni provvisorie delle dichiarazioni da utilizzare il prossimo anno
Taglio del nastro per i modelli Iva. Da oggi sono in linea, sul sito dell’Agenzia delle Entrate, le bozze delle dichiarazioni Iva da utilizzare il prossimo anno. Il pacchetto disponibile sul web contiene, nella versione provvisoria, i modelli Iva 2011 e quello base, il 74-bis e il 26LP con il prospetto delle liquidazioni periodiche, riservato all’ente o società controllante del gruppo Iva.
 
Modello Iva base più “ricco” – All’interno del modello Iva base, nato l’anno scorso, spuntano nuovi quadri, per renderlo utilizzabile anche fuori dalla dichiarazione unificata. L’ultima versione si compone di un suo frontespizio, del quadro VX riepilogativo del conguaglio annuale e del nuovo quadro VR, proposto in veste semplificata. La sua nuova mise, infatti, tiene conto delle caratteristiche del contribuente Iva base cui è dedicato.
 

Il modello VR finisce in soffitta – Il modello VR, utilizzato fino all’anno scorso per chiedere il rimborso del credito Iva annuale che emergeva in dichiarazione, è stato soppresso. Dal 1° febbraio 2011, infatti, i contribuenti Iva potranno chiedere il rimborso direttamente quando compilano la dichiarazione annuale, che contiene il nuovo quadro VR, senza dover presentare alcun modulo cartaceo all’agente della riscossione. Stesso discorso vale anche per gli enti o società controllanti di un gruppo Iva, che richiederanno il rimborso del credito di gruppo sempre tramite la dichiarazione annuale. I modelli si adeguano così alle nuove regole sulla tassazione delle prestazioni di servizi introdotte dalle ultime norme (Dlgs 18/2010).

Fonte : IlFiscoOggi

Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Copyright © 2008-2018 Studio Spidalieri Termoli - All Rights Reserved