In arrivo 105 mila lettere per le anomalie negli studi di settore

Al via 105mila lettere per avvisare i contribuenti soggetti a studi di settore di alcune anomalie riscontrate per il triennio 2005-2007. L’obiettivo dell’Agenzia è dissuadere i contribuenti dal porre in essere comportamenti fiscali non corretti attraverso un’azione preventiva e favorire lo scambio di informazioni grazie a un apposito software che consentirà di segnalare eventuali imprecisioni riscontrate nella comunicazione e di indicare le motivazioni che hanno determinato l’anomalia.

L’Amministrazione fiscale avvia l’operazione alla vigilia del primo appuntamento con il versamento dell’imposta, ripetendo l’esperienza degli anni scorsi, quando sono state inviate complessivamente circa 200mila lettere. In particolare, nel 2007 furono 113mila le comunicazioni spedite ai contribuenti in relazione al triennio 2003-2005 e 81mila nel 2008 con riferimento al triennio 2004-2006, sempre a causa di particolari anomalie riscontrate nei dati strutturali e contabili, rilevanti ai fini dell’applicazione degli studi di settore, indicati da parte dei contribuenti.

L’esigenza di invitare a un’attenta valutazione delle informazioni da fornire nasce dal riscontro di un numero consistente di casi in cui i contribuenti, pur risultando congrui ai risultati degli studi, presentano anomalie legate all’omissione o alla non corretta indicazione di dati determinanti per l’applicazione degli studi stessi o, addirittura, non trasmettono affatto il modello di comunicazione. In particolare, le incoerenze riscontrate riguardano la gestione del magazzino, i beni strumentali, il rapporto tra rimanenze finali ed esistenze iniziali, l’incidenza dei costi residuali di gestione sui ricavi.

Le lettere invitano i contribuenti a valutare attentamente la situazione evidenziata, in vista della presentazione del prossimo modello di dichiarazione relativo al 2008, per scoraggiare la reiterazione di eventuali comportamenti non corretti e comunicare che, qualora le anomalie evidenziate saranno riscontrate anche nella dichiarazione per il periodo d’imposta 2008, la posizione del contribuente verrà inserita in liste selettive ad hoc utilizzate per i controlli fiscali.

Per agevolare lo scambio di informazioni, l’Agenzia renderà disponibile entro il mese di luglio un software, scaricabile gratuitamente dal proprio sito internet, che consentirà ai contribuenti di segnalare eventuali imprecisioni riscontrate nella comunicazione e di indicare le motivazioni che hanno determinato l’anomalia.

Ulteriori comunicazioni verranno inviate tramite gli intermediari incaricati di trasmettere la dichiarazione relativa allo scorso anno. Il contribuente sarà comunque interessato da una sola tipologia di comunicazione, quella diretta ovvero attraverso l’intermediario.

Fonte: Valeria Ibello da nuovofiscooggi.it

Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>


Copyright © 2008-2017 Studio Spidalieri Termoli - All Rights Reserved