Imposta sugli intrattenimenti: due codici per recuperare l’Iva

Si tratta dell’imposta connessa, dovuta per le violazioni constatate e comunicate dai Monopoli di Stato
Al debutto i codici tributo per il recupero dell’Iva forfetaria connessa all’imposta sugli intrattenimenti, istituiti con la risoluzione n. 282/E del 9 dicembre:

- 9711, recupero dell’Iva forfetaria connessa all’imposta sugli intrattenimenti e relativi interessi

- 9712, recupero dell’Iva forfetaria connessa all’imposta sugli intrattenimenti – sanzioni.

L’entrata in scena dei nuovi codici deriva dall’applicazione dell’articolo 14-quinquies del Dpr 640/1972, che chiama in causa l’agenzia delle Entrate per il recupero dell’Iva sugli intrattenimenti. A tale scopo, infatti, l’Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato segnala le violazioni constatate in sede di controllo dell’imposta sugli intrattenimenti derivante dall’utilizzazione degli apparecchi meccanici o elettromeccanici da divertimento e intrattenimento.

I codici 9711 e 9712 vanno riportati nel modello F24 nella sezione "Erario" in corrispondenza delle somme esposte nella colonna "importi a debito versati". Nel campo "Codice ufficio" deve essere indicato l’ufficio competente (così come riportato nell’atto), mentre l’"anno di riferimento" è quello per il quale si effettua il versamento.

Fonte : IlFiscoOggi

Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>


Copyright © 2008-2017 Studio Spidalieri Termoli - All Rights Reserved