Estratto conto di Equitalia. Professionisti delegati, accesso ok

L’ulteriore canale di contatto rientra nel piano di sviluppo dei servizi ai contribuenti, in aggiunta agli sportelli
Equitalia continua a procedere nella sua marcia di interlocuzione via web con i contribuenti. Da oggi è disponibile un nuovo servizio che permette di tenere sotto controllo le cartelle di pagamento anche ai professionisti delegati a tale scopo dai loro clienti.

Si tratta di una nuova modalità di accesso all’estratto conto on line, attivo da circa un anno, che permette ai contribuenti di verificare tramite internet la propria situazione debitoria nei confronti dell’erario, le procedure di riscossione, sospensione e rateazione dei tributi.
Il nuovo servizio consente agli intermediari abilitati ai servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate di ricevere la delega per accedere all’estratto conto dei propri assistiti.

L’estratto conto on line consente la verifica della propria posizione fiscale, dal 2000 a oggi, ed è già stato utilizzato da 1,4 milioni di contribuenti, con punte di 16mila contatti giornalieri. In questo contesto, l’apertura del canale ai professionisti incrementerà ulteriormente l’utilizzo del servizio, aggiungendosi a quelli offerti da Equitalia sul territorio nazionale attraverso i propri sportelli.

Il Gruppo Equitalia ha aperto sulle home page dei propri siti una finestra di facile accesso per il contribuente, che gli consente di ricevere assistenza, richiedere informazioni, calcolare il proprio piano di rateizzazione e procedere al pagamento.

Il sistema delle deleghe
Dal sito di Equitalia e dai siti degli Agenti della riscossione sul territorio, attraverso la finestra "Servizi web", si accede direttamente al servizio estratto conto.
Il contribuente che vuole delegare un professionista deve essere già in possesso delle credenziali di accesso e può conferire un massimo di due deleghe, utilizzando la funzione "Deleghe" presente nel menù, inserendo il codice fiscale dell’intermediario prescelto.

I professionisti delegati possono consultare le posizioni degli assistiti, utilizzando le proprie credenziali di accesso, selezionando il codice fiscale o la partita Iva del proprio cliente da un elenco che viene messo a disposizione dal sistema. La prima volta che viene utilizzata la delega occorre leggere e accettare il regolamento del servizio e poi si potrà operare per due anni per conto del delegante, con tacito rinnovo fino a revoca da parte dell’interessato, sempre attraverso il servizio on line.

Chiavi di accesso al servizio
I contribuenti che vogliono consultare il proprio "estratto conto" possono farlo utilizzando una delle seguenti modalità:
1.    credenziali fornite dall’Agenzia delle Entrate per l’accesso ai propri servizi on line
2.    credenziali Inps (codice fiscale e pin)
3.    carta nazionale dei servizi distribuita dalle Pubbliche amministrazioni che hanno aderito al progetto "DigitPA".
Fonte : IlFiscoOggi

Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Copyright © 2008-2018 Studio Spidalieri Termoli - All Rights Reserved