Professionisti

You are currently browsing the archive for the Professionisti category.

Lunedì 1 febbraio è una data importante per conoscere nei dettagli gli obblighi relativi al possesso di POS per gli esercenti ed i professionisti. Per favorire la diffusione della cultura dei micropagamenti con carta di credito o di debito e aumentare la tracciabilità dei pagamenti, la Legge di Stabilità 2016 ha infatti prescritto che “entro il 1° febbraio 2016 il Ministero dell’Economia e delle Finanze e quello dello Sviluppo Economico dovranno definire i tetti delle commissioni da applicare ai pagamenti elettronici”. Spetterà al decreto del Mef definire anche l’importo delle multe e i casi di “oggettiva impossibilità tecnica” nei quali è possibile non rispettare tali adempimenti.

Tags: , ,

Dovrebbe essere emanato a breve (entro l’1 febbraio 2016) il decreto del Ministro dello Sviluppo Economico, di concerto con il Ministro dell’Economia e delle Finanze, con il quale saranno disciplinate le modalità, i termini e l’importo delle sanzioni amministrative pecuniarie relative all’obbligo per i professionisti di accettare pagamenti effettuati attraverso carte di debito e carte di credito. E’ quanto prevede l’art. 1, comma 900 della Legge di Stabilità per il 2016 che ha modificato l’articolo 15 del decreto-legge 18 ottobre 2012, n. 179 (convertito, con modificazioni, dalla legge 17 dicembre 2012, n. 221),

Tags: ,

Il Governo sembra essere intenzionato ad apportare notevoli cambiamenti nel settore professionale dei lavoratori autonomi. Già domani il Consiglio dei Ministri dovrebbe votare addirittura un nuovo ‘Jobs Act’ previsto proprio per la categoria dei liberi professionisti, che riceveranno così maggiori tutele. In primis infatti viene prevista l’integrale deducibilità delle spese per la formazione fino ad un tetto massimo di 10mila euro. Tutti i liberi professionisti con partita Iva dovranno inoltre essere pagati entro 60 giorni da quando hanno emesso la relativa fattura e ogni clausola che stabilisce un termine superiore sarà priva di effetto e quindi abusiva.

Tags: ,

Si è conclusa al 31 dicembre 2014 la fase transitoria per il controllo della “mono committenza”, ossia la valutazione delle presunzioni introdotte dalla L. n.92/12 (“Legge Fornero”) per le persone fisiche titolari di partita Iva che svolgono attività di impresa individuale di servizi e attività di lavoro autonomo. Si è conclusa al 31 dicembre 2014 la fase transitoria per il controllo della “mono committenza”, ossia la valutazione delle presunzioni introdotte dalla L. n.92/12 (“Legge Fornero”) per le persone fisiche titolari di partita Iva che svolgono attività di impresa individuale di servizi e attività di lavoro autonomo. Secondo quanto disposto dalla Legge Fornero, è scattata il 1° gennaio 2015 la presunzione di subordinazione delle collaborazioni a partita Iva se si realizzano almeno due delle seguenti tre condizioni, salvo che sia fornita prova contraria da parte del committente: Continua a leggere »

Tags: , ,

Regime dei minimi, dopo la stangata partono i controlli a tappeto contro le false partite Iva. Non è davvero un periodo propizio per chi abbia deciso di aprire un’attività in proprio: prima il cambio di tassazione, ora il giro di vite contro le false attività. A convincere della necessità di controlli serrati sul fronte degli autonomi, il boom più che sospetto di nuove partite Iva aperte nel mese di novembre 2014, quando era ormai chiaro che per artigiani, liberi professionisti e commercianti all’orizzonte si affacciavano nubi nerissime. Continua a leggere »

Tags: , , ,

In Italia esiste(va) un regime agevolato per aiutare i giovani imprenditori fino a 35 anni (e recentemente anche meno giovani, per dare una alternativa imprenditoriale a chi ha perso il lavoro) a mettere su una attività con un regime fiscale e burocratico estremamente semplificato, qualcosa che ha funzionato per circa 300.000 giovani (e meno giovani) professionisti come trampolino per costruire una propria attività senza dover passare dalle forche caudine (e i costi) del regime fiscale e burocratico ordinario italiano. Continua a leggere »

Tags: , , , ,

Grazie a una sentenza della Corte Costituzionale non dovranno più dimostrare che i prelievi di denaro agli sportelli automatici e non documentati non corrispondono “a pagamenti in nero”  Continua a leggere

Tags: , , ,

detrazioni-disabili-638x425Per i professionisti si apre la strada del versamento unitario, con eventuale compensazione, delle imposte, dei contributi previdenziali e assistenziali, grazie alla semplificazione introdotta dal recente Decreto Ministeriale del MEF (10 gennaio 2014).

Sono coinvolti tutti gli iscritti agli enti di previdenza privatizzati quali consulenti del lavoro, ragionieri, dottori commercialisti, avvocati geometri, notai, psicologi, periti industriali, infermieri geologi, ecc.).
Il Decreto Ministeriale  elenca tutti gli Enti previdenziali per i quali è stata estesa l’applicazione del sistema dei versamenti unitari e della compensazione, vale a dire la Cassa nazionale di previdenza e assistenza forense,  Cassa nazionale di previdenza e assistenza dei dottori commercialisti (CNPADC), (continua… »)

Tags:

Il cassetto fiscale diventa più funzionale e ricco di informazioni. Da oggi, i contribuenti possono delegare contemporaneamente due professionisti, e non più uno solo, alla consultazione online dei propri dati fiscali. Entrano, inoltre, a far parte della famiglia delle informazioni “a portata di click” quelle relative all’archivio Vies.
Fino a ieri, il servizio di consultazione del cassetto fiscale prevedeva la possibilità di delegare un solo intermediario. Adesso, invece, è possibile fornire le chiavi d’accesso ai propri dati a due diversi professionisti, per esempio al fiscalista e al consulente del lavoro. Anche con la doppia delega, comunque, il contribuente può sempre continuare a consultare il proprio cassetto fiscale.
La novità, che rientra tra le misure di semplificazione presentate nella conferenza stampa dello scorso 3 luglio, è stata introdotta dal provvedimento del direttore dell’Agenzia delle Entrate del 29 luglio 2013. (continua… »)

Tags:

Ieri 9 gennaio 2013, a seguito delle elezioni che si sono tenute il 15 e 16 novembre u.s. per il rinnovo degli organi rappresentativi dell’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Larino, si è tenuta la riunione di insediamento del nuovo Consiglio direttivo.

Dall’esito delle votazioni è stata decretata, con ampia affluenza alle urne da parte degli iscritti, la nomina della Dott.ssa Liliana Smargiassi quale Presidente e del Rag. Giovanni De Gregorio quale Vicepresidente. Consiglieri sono stati nominati, il Dott. Maurizio Canfora, la Dott.ssa Ilaria Di Gioia, il Dott. Michele di Rienzo, il Dott. Vito Di Maria e il Dott. Ermanno Sfischio.
Quest’ultimo rientrato in qualità di candidato alla presidenza con la lista alternativa "Per l’Ordine e per i colleghi".
 I nuovi organi saranno in carica per il quadriennio 2013 – 2016. (continua… »)

Tra le novità il cambio destinazione d’uso delle parti comuni e il distacco dal riscaldamento centralizzato

E’ stato approvato  in questi giorni dalla Commissione Giustizia del Senato il ddl sulla riforma del condominio. Tra i cambiamenti che apporterà il testo nuove regole per gli animali d’appartamento, il riscaldamento centralizzato e nuove norme per le dispute tra vicini.

Riassumiamo di seguito quali saranno i cambiamenti che porterà la Riforma del Condominio.

Destinazione d’uso delle parti comuni
Sarà possibile (richiesta la maggioranza con l’80% dei condomini e dei millesimi) modificare le parti comuni del condominio, per esempio fabbricando dei box per le auto o installando caldaie e motori a cogenerazione nei locali sotterranei comuni. (continua… »)

Roma, 2 novembre 2012.
Nuova puntata della “telenovela” riforma del registro dei revisori contabili; con tre distinti D.M emanati dal Ministero dell’Economia e delle Finanze vengono quantificati i contributi forfettari ed annuali dovuti dai revisori e società di revisione per l’iscrizione al registro, nonché viene stabilita la composizione e i relativi compiti della Commissione centrale per i revisori legali.
In merito ai contributi forfettari per l’iscrizione nel registro dei revisori, il D.M del 1 ottobre 2012, pubblicato in G.U n. 251 del 26 ottobre ed in vigore dal giorno 27 ottobre, determina i contributi che gli iscritti ed i tirocinanti devono versare per le spese di gestione del Ministero. Tali contributi subiscono un brusco aumento, per i tirocinanti si passa difatti da 15,99 euro a 50 euro (circa il 312%) e per i revisori e le società di revisione già iscritti l’aumento è di circa il 240% si passa difatti da 20,66 euro a 50 euro, inoltre per i revisori residenti in altri paesi europei il contributo è di 100 euro. (continua… »)

« Articoli meno recenti


Copyright © 2008-2017 Studio Spidalieri Termoli - All Rights Reserved