Posta Elettronica Certificata

You are currently browsing the archive for the Posta Elettronica Certificata category.

Ci preme ricordare che entro il 29 novembre 2011 le società di persone e di capitali italiane, anche se in stato di liquidazione o sottoposte a procedura concorsuale, devono comunicare (articolo 16, comma 6, del decreto legge n. 185/2008, convertito nella legge n. 2/2009) il proprio indirizzo di Posta Elettronica Certificata (PEC) al Registro delle imprese, senza oneri di diritti e bollo.
Per le comunicazioni inviate dopo tale termine, sarà applicata la sanzione prevista dall’articolo 2630 del codice civile per omesso deposito nei termini prescritti.
La casella di Posta Elettronica Certificata, che ha l’obiettivo di favorire la diffusione delle tecnologie telematiche nelle comunicazioni, consentendo così di ridurre i costi amministrativi delle imprese, è considerata il domicilio elettronico dell’azienda e dovrà risultare attiva prima della denuncia. (continua… »)

“Utilizzo delle Banche dati istituzionali” è l’oggetto della corrispondenza "a rischio"
E’ da cancellare la mail che sta circolando sulla posta elettronica, proveniente dall’indirizzo “ced-sogei-ancitel@sogei.it” e con oggetto “Utilizzo delle Banche dati istituzionali”.

 
In fondo, al messaggio, è presente, assieme ad altri, anche il logo dell’Agenzia delle Entrate.
 

E’ quanto segnala la stessa Agenzia, che è totalmente (continua… »)

In una settimana esatta 107.084 italiani si sono collegati al sito www.postacertificata.gov.it e hanno attivato la casella di PostaCertificat@ che permette di dialogare con la pubblica amministrazione senza più aver bisogno della raccomandata della posta tradizionale. Questo è per ora un dato preliminare, aggiornato alle 18 di lunedì. Il dato, fornito dal ministero per la Pubblica amministrazione e l’innovazione corrisponde a una media di quasi 15 mila utenti iscritti al giorno, quanto il server ad hoc è in grado di gestire visto l’alto afflusso di navigatori interessati.

Cresce costantemente – spiega il ministero guidato da Renato Brunetta – anche il numero delle Pubbliche amministrazioni in regola con quanto disposto cinque anni fa dal Codice dell’Amministrazione Digitale (decreto legislativo n. 82 del 7 marzo 2005). La legge (continua… »)

Semplificazione e risparmio di denaro. Queste le parole d’ordine del decreto legge 185/2008, che introduce importanti novità anche in materia di dematerializzazione. La prima riguarda l’obbligo d’adozione della posta elettronica certificata (Pec) per imprese, professionisti e Pubblica amministrazione; la seconda, l’eliminazione dell’obbligo di intervento di un pubblico ufficiale (notaio) per conservare digitalmente i documenti originali "unici".

Pec per le imprese (continua… »)


Copyright © 2008-2017 Studio Spidalieri Termoli - All Rights Reserved