Federalismo Fiscale

You are currently browsing the archive for the Federalismo Fiscale category.

Il fisco è a caccia di “esportatori fantasma”: l’Agenzia delle Entrate sta infatti per inviare 60mila lettere ad altrettanti soggetti che, pur essendo iscritti nell’archivio delle Partite Iva internazionali (Vies), non risultano aver effettuato operazioni oltre confine nell’ultimo anno. Entro due mesi i contribuenti dovranno documentare l’attività svolta o saranno cancellati dall’elenco che serve per concludere affari con l’estero.

Tags: , , ,

Il Nucleo di polizia Tributaria della Gdf di Milano contesta al gigante californiano “Google” un evasione di imposte per 227 milioni di euro, tra il 2009 e il 2013, in relazione ad introiti pubblicitari pagati da clienti italiani ma poi contabilizzati in una società irlandese, Google Ireland Ltd, con tasse pagate in Irlanda. I militari italiani rilevano due profili di presunta omessa dichiarazione: una presunta evasione su una “base imponibile netta per 100 milioni di euro” e un’altra su “ritenute d’acconto relative a royalties non operate e non versate per 200 milioni di euro”. il reponsabile della comunicazione,  Peter Barron,  difende la propria compagnia mediante un comunicato stampa dove spiega come nel pagamento delle tasse non siano state violate norme nazionali.

Tags: ,

“In attesa di leggere nel dettaglio il documento che passerà definitivamente venerdì – afferma Caridi – ho l’impressione che si tratti dell’ennesimo spot Renziano, fatto di promesse e illusioni, di tasse che escono dalla porta per entrare dalla finestra, come per i famosi 80 euro – continua – che sono costati la tassa ingiusta sull’Imu agricola che frenerà ulteriormente gli investimenti e la produzioni di quel settore.” Lo afferma in una nota Antonio Caridi, Senatore di Grandi autonomie e libertà, in merito alla presentazione del documento di economia e finanza del governo Renzi. Continua a leggere »

Tags: , , ,

Commissione tecnica paritetica per l’attuazione del federalismo fiscale
Al fine di acquisire ed elaborare elementi conoscitivi per la predisposizione dei contenuti dei decreti attuativi con decreto del Presidente del Consiglio dei ministri, da adottare entro trenta giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge, è istituita, presso il Ministero dell’economia e delle finanze, una Commissione tecnica paritetica per l’attuazione del federalismo fiscale, formata da trenta componenti e composta per metà da rappresentanti tecnici dello Stato e per metà da rappresentanti tecnici degli enti di cui all’articolo 114, secondo comma, della Costituzione. (continua… »)

Avvio a regime dal 1° ottobre nella Regione Lombardia della piena operatività del sistema di ricetta elettronica grazie al collegamento telematico in rete dei medici prescrittori. Sono le due novità contenute nel provvedimento firmato dal Ragioniere Generale dello Stato che, secondo quanto indicato in una nota diffusa dal Dipartimento, certificano l’evoluzione del progetto di tessera sanitaria introdotto dall’articolo 50 delle legge 326 del 2003. Una evoluzione significativa che sarà gestita dal Mef-Ragioneria Generale dello Stato unitamente al ministero della Salute.

Dalla Lombardia il primo nuovo passo
Il progetto evolutivo, che dal 1° ottobre coinvolgerà inizialmente la Regione Lombardia ma di cui si sta verificando l’avvio a regime anche presso altre Regioni, prevede la disponibilità quotidiana on line dei dati delle ricette elettroniche di farmaceutica e specialistica compilate dal medico di base. Ciò consentirà di potenziare in modo significativo gli strumenti di monitoraggio della spesa sanitaria da parte di ogni singola Regione. (continua… »)

Auto blu, viaggi in prima classe e telefonate private a spese dei contribuenti: ancor prima della manovra del governo, gli status symbol della casta sono finiti nel mirino di molte regioni che hanno giocato d’anticipo per recuperare risorse e (soprattutto) arginare la retorica sugli sprechi del governo locale.
Lo scorso 27 aprile, il governatore della Basilicata, con la direttiva presidenziale 1/2010, ha imposto alla giunta una serie di risparmi su auto di servizio, telefonate e quotidiani. Con il taglio delle mazzette dei giornali, ad esempio, sono stati recuperati 24mila euro all’anno.
Il consiglio regionale piemontese, invece, il 26 maggio ha votato all’unanimità un emendamento alla finanziaria regionale che ha cancellato la doppia indennità di fine mandato per i consiglieri e gli assessori esterni. Risultato: 450mila euro risparmiati nel 2010 e 3,4 milioni in tutta la legislatura.
(continua… »)

Amministrazione finanziaria e intermediari a convegno, giovedì 16 ottobre, per fare il punto sugli adempimenti tributari, anche nella prospettiva del federalismo fiscale. Promosso dalla Commissione parlamentare di vigilanza sull’Anagrafe tributaria, l’incontro si terrà a Palazzo San Macuto (via del Seminario, 76 – sala del Refettorio – dalle ore 15) con la partecipazione di agenzia delle Entrate, Sogei, ordine dei Dottori commercialisti, ordine dei Consulenti del lavoro, Consulta dei Caf e Assosoftware. (continua… »)

Via libera al disegno di legge sul federalismo fiscale. Il provvedimento è stato varato questa mattina dal Consiglio dei ministri. Compartecipazione all’Irpef anche per Comuni e Province e possibilità per gli Enti locali di istituire propri tributi di scopo tra le ultime misure previste dal Ddl, che si appresta a iniziare il suo iter parlamentare. Saldo a due anni il termine per l’approvazione dei decreti delegati che detteranno, nel dettaglio, le regole della riforma. Passa anche l’emendamento su Roma Capitale che prevede la trasformazione della città eterna da un normale comune in un ente territoriale "con speciale autonomia statutaria, amministrativa e finanziaria, al fine di svolgere le funzioni di Capitale della Repubblica italiana e di sede di rappresentanza diplomatica di Stati esteri". Semaforo verde, stamattina, anche per un decreto legge finalizzato al riequilibrio economico e finanziario di Regioni ed Enti locali. (continua… »)

Primo semaforo verde del Consiglio dei ministri sulla bozza di ddl per l’introduzione del federalismo fiscale. L’ok di Palazzo Chigi arriva dopo il confronto con le autonomie locali di giovedì scorso e precede l’incontro in programma per il 18 settembre in Conferenza unificata. Nella nuova versione del testo, ulteriormente "limata" rispetto a quella presentata giovedì scorso (vedi "Federalismo fiscale al vaglio delle autonomie locali" su FISCOoggi del 4 settembre) all’Unione delle Province (Upi) e all’Associazione nazionale dei Comuni (Anci), trovano conferma sia l’autonomia di entrata e di spesa per gli enti locali che l’abbandono della "spesa storica" a favore dei "costi standard". Tre le parole chiave: responsabilizzazione a tutti i livelli di governo, trasparenza – intesa anche come controllo da parte dei cittadini – e solidarietà. (continua… »)


Copyright © 2008-2017 Studio Spidalieri Termoli - All Rights Reserved