Catasto

You are currently browsing the archive for the Catasto category.

Da oggi cittadini, professionisti e istituzioni pubblici potranno consultare banche dati, correggere errori e avere notizie su volture via web, tramite il nuovo servizio che l’Agenzia delle Entrate dedica a chi utilizza i servizi telematici catastali e ipotecari. Se da una parte i cittadini potranno trovare utili indicazioni per risolvere le problematiche relative alla consultazione delle banche dati catastale e ipotecaria e alle richieste di correzione dei dati catastali inesatti, Continua a leggere »

Tags: , ,

È il rovescio della medaglia dell’emergenza sfratti. Fra Imu, Tasi, addizionali locali ormai quasi ovunque al massimo, imposta di bollo e altro, ben poco del reddito prodotto da una casa data in affitto resta nelle mani di chi la possiede (magari solo per eredità): secondo alcune stime le imposte si mangiano il 50% del canone, con punte fino al 70%. Mettendo da parte i grandi proprietari, insomma, Continua a leggere »

Tags: , , , , , ,

Da oggi è disponibile sul sito internet dell’Agenzia del Territorio il volume sulle Statistiche Catastali relativo al 2011.

Le ‘Statistiche catastali’, giunte alla sesta edizione, rappresentano una sintesi completa sull’entità e le caratteristiche dello stock dei fabbricati, così come censito nella banca dati del Catasto Edilizio Urbano aggiornato al 31 dicembre 2011.

Si tratta di informazioni che riguardano un totale di oltre 69 milioni di beni fra unità immobiliari urbane ed altre tipologie immobiliari che non producono reddito e delle quali si forniscono: la numerosità dello stock, la sua consistenza fisica («vani», superfici o volumi a seconda delle categorie tipologiche) e la correlata base imponibile fiscale determinata dal Catasto (la «rendita catastale»). (continua… »)

Gratuito l’accesso alle banche dati ipotecarie e catastali, a fini istituzionali, per la Pubblica amministrazione. Gratuite anche le visure e le ispezioni cosiddette
Entro la fine dell’anno, i proprietari degli immobili sconosciuti al catasto devono regolarizzarli
Pubblicato in Gazzetta Ufficiale, il comunicato dell’Agenzia del Territorio, con l’elenco degli ultimi Comuni nella cui area si trovano fabbricati che non risultano essere presenti sulle mappe catastali. Si conclude, così, la prima fase dell’iter previsto per la regolarizzazione delle cosiddette case fantasma. L’elenco, pubblicato ieri sul numero 228 della GU, contiene i dati riguardanti quei centri per i quali le precedenti rilevazioni non si erano rivelate efficaci per diversi motivi, non ultimo il maltempo.

Il 30 settembre era il termine ultimo per la pubblicazione, da parte dell’Agenzia fiscale, delle operazioni di rilevamento dei fabbricati inesistenti, o modificati rispetto all’originale (continua… »)

Il "Manuale operativo delle stime immobiliari" delinea le linee guida per tecnici che svolgono attività estimativa
Alla presenza del direttore generale dell’Agenzia del Territorio, Gabriella Alemanno, del direttore centrale Osservatorio mercato immobiliare e servizi estimativi, Gianni Guerrieri, e del responsabile area Servizi valutazioni immobiliari dell’Omise, Mauro Iacobini, è stato presentato a Rho, nell’ambito dell’Expo Italia Real Estate 2010, il "Manuale operativo delle stime immobiliari".

Il volume rappresenta un importante strumento per rispondere con efficacia, efficienza e competenza alle innumerevoli richieste che pervengono all’amministrazione finanziaria, sia dalla pubblica amministrazione che dai privati, nell’ambito dell’attività estimativa in campo immobiliare, con particolare riferimento ai fabbricati e alle aree edificabili.

Il "Manuale", che non è un trattato di estimo, rappresenta il "Documento delle regole" dell’Agenzia del Territorio rivolto ai tecnici dell’amministrazione con lo scopo di ricondurre a (continua… »)

Attraverso il servizio “Certitel Catasto Web” si possono chiedere le visure catastali direttamente via Internet, avendo altresì la possibilità di riceverle o per posta elettronica, o mediante la posta raccomandata. Per ciascuna richiesta, indipendentemente dal numero delle visure, il costo del servizio è di 17,40 euro, cui va aggiunto il costo dei diritti erariali previsti per ciascun documento emesso.

A farlo presente è il Gruppo Poste Italiane nel precisare che la richiesta può essere effettuata componendo, da rete fissa o mobile, il numero verde 800.000.186, che è attivo tutti i giorni, festivi compresi, dalle ore 8:00 e fino alle 20:00. (continua… »)


Copyright © 2008-2017 Studio Spidalieri Termoli - All Rights Reserved