Befera: attività dei commercialisti essenziale nella lotta all’evasione

Forte attenzione alle istanze della categoria nel corso della seconda conferenza degli esperti di fisco
Rapporto Fisco – contribuenti e ruolo chiave dei commercialisti al centro della seconda assemblea nazionale dei dottori commercialisti e degli esperti contabili. Raddoppia così l’appuntamento con la convention degli esperti di Fisco, che si è tenuta oggi a Roma, presso l’auditorium della Conciliazione. Un’occasione di confronto inaugurata dal saluto inviato dal presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, che ha assicurato la più ampia attenzione alle questioni di interesse dei commercialisti e alle problematiche del settore. Sull’apertura delle istituzioni ha posto l’accento anche Gerardo Longobardi, presidente dell’Ordine dei dottori commercialisti di Roma, sottolineando che l’agenzia delle Entrate non è mai stata così aperta alle istanze dei professionisti come in questo momento. Una sensibilità alle richieste sollevate dagli esperti del settore, confermata anche dal ruolo strategico assunto dall’Amministrazione finanziaria, che sarà sponsor gratuito della prossima conferenza, prevista ad ottobre 2010 a Napoli.

Un impegno sempre più concreto dell’Agenzia verso questa categoria, rimarcato dal direttore delle Entrate, Attilio Befera, ancora un a volta fermo nel ritenere i commercialisti essenziali nella lotta all’evasione e nell’assistenza ai contribuenti. In particolare, riferendosi a una puntata di Annozero in cui i commercialisti erano stati rappresentati come aiutanti degli evasori, il numero uno dell’Agenzia ha precisato: "Non sarei qui se non fossi sicuro che voi non avete nulla a che fare con quella situazione – e ha aggiunto – Io resto vostro sponsor. So quanto fate per aiutare i contribuenti ma anche, in questo fisco complicato, lo Stato". Sul fronte delle aspettative della categoria, Befera, dopo aver ricordato che sulle questioni degli studi di settore e del taglio Irap non si pronuncia perché sono all’esame di Governo e Parlamento, ha annunciato novità fiscali in arrivo per le associazioni di professionisti. E’ in uscita, infatti, una circolare dell’Agenzia che consente di usare in compensazione i crediti derivanti dalle ritenute sui redditi professionali.

Sul peso della lotta all’evasione e degli strumenti per combatterla si è soffermato anche Claudio Siciliotti, presidente del Consiglio nazionale dei dottori commercialisti e degli esperti contabili: "Sul fronte interno l’estensione e la revisione tecnica del redditometro ci pare da tempo la migliore soluzione per stanare i troppi evasori del nostro Paese".

Spazio anche all’evasione internazionale nel corso della convention, su cui si è soffermato il generale della Guardia di finanza, Giuseppe Vicanolo: "Fino al 31 ottobre abbiamo verbalizzato 5.100 milioni di euro per evasione internazionale, per attività che vanno dall’esterovestizione al transfer pricing, all’utilizzo di società di comodo. Questo ammontare – ha aggiunto – è più di un quarto del totale nazionale dei recuperi fiscali, incide per più del 25%".

Hanno partecipato ai lavori, tra gli altri, il ministro della Giustizia, Angelino Alfano, il ministro della Pubblica amministrazione e Innovazione Renato Brunetta, i sottosegretari Luigi Casero (Economia), Alfredo Mantovano (Interno) e Elisabetta Alberti Casellati (Giustizia).

Fonte : IlFiscoOggi

Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>


Copyright © 2008-2017 Studio Spidalieri Termoli - All Rights Reserved