Al via i bonifici istantanei: disponibilità immediata sul conto del beneficiario

Dal 21 novembre è divenuto operativo il c.d. bonifico istantaneo in euro, che consentirà di effettuare pagamenti istantanei, tramite bonifico, in 10 secondi, tutti i giorni della settimana, dal lunedì alla domenica, 24 ore su 24, e con disponibilità immediata del denaro sul conto del beneficiario.

Vediamo come funziona e quanto costa

Per l’esecuzione dei bonifici istantanei, è sufficiente che l’ordinante e il beneficiario siano titolari di un conto corrente presso una delle banche aderenti alla piattaforma europea RT1.

EasyWay la nuova piattaforma digitale firmata da Sia, dal 21 novembre consente di gestire a livello europeo, sull’infrastruttura RT1 (di Eba Clearing, la prima piattaforma paneuropea per i pagamenti in tempo reale in euro) i pagamenti istantanei, nonchè tutti gli altri strumenti di pagamento e incasso Sepa (l’Area unica dei pagamenti in euro), quindi di inviare e ricevere denaro fino a 15.000 euro a operazione in meno di 10 secondi attraverso un servizio attivo 24 ore su 24, 365 giorni l’anno, in linea con lo schema Sepa Instant Credit Transfer (bonifico con accredito immediato e irrevocabile).

Al momento queste sono le banche aderenti alla piattaforma europea RT1 di otto Paesi:

  1. ABN AMRO Bank
  2. AS SEB Pank
  3. Banco Bilbao Vizcaya Argentaria
  4. Banca Patrimoni Sella
  5. Banca Sella S.p.A.
  6. Banca Sella Holding SpA
  7. Banco de Sabadell
  8. Bankia S.A.
  9. CaixaBank
  10. ERSTE Group Bank AG
  11. Intesa Sanpaolo SpA
  12. Latvijas Banka – Bank of Latvia
  13. Lietuvos Bankas – Bank of Lithuania
  14. Raiffeisen Bank International AG
  15. Raiffeisenlandesbank Oberösterreich
  16. UniCredit Bank AG (HypoVereinsbank)
  17. UniCredit S.p.A
  18. Verso Bank

In Italia, il Gruppo Banca Sella, Intesa Sanpaolo e UniCredit sono le prime banche a mettere a disposizione dei loro clienti il servizio di pagamento basato sul nuovo schema SEPA Instant Credit Transfer (“SCT Inst”) dello European Payment Council (EPC).

Abbiamo detto che la somma massima che si potrà trasferire sarà di 15 mila euro, mentre per quanto riguarda i costi, ogni istituto applicherà la sua commissione:

  • Intesa Sanpaolo applicherà un costo fisso pari a 1,60 euro (0,60 euro oltre al costo ordinario Sepa online ossia un euro) fin quando sarà in vigore il limite operativo di invio di 15 mila euro, successivamente il costo scenderà allo 0,004% con un limite massimo di 20,00 euro per transazioni fino a 500mila euro,
  • UniCredit applicherà costi pari a 2,50 euro (un bonifico dal Conto Genius costa 2,2 euro),
  • Banca Sella non applicherà nessun costo, per gli instant payments dal conto online Websella, fino a marzo 2018 poi applicherà una commissione di 2,30 euro.

Nel corso del 2018, l’allargamento dell’adesione allo schema SCT Inst da parte di altri istituti di credito in Italia e nell’area Sepa porterà a una significativa diffusione dell’utilizzo di questo nuovo strumento di pagamento, che già oggi consente di raggiungere circa 600 banche europee di 8 Paesi.

Fonte: Fisco e Tasse

 

Tags: , ,

Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>


Copyright © 2008-2017 Studio Spidalieri Termoli - All Rights Reserved